Il Seicento negli aforismi

Evento Passato!
Pubblicato il: 25 maggio 2021
Date evento: 06/06/2021
Spazio Espositivo: CANNERO RIVIERA - Museo Etnografico e della Spazzola - Parco degli Agrumi

Domenica 6 giugno ore 17

Il MUSEO ETNOGRAFICO E DELLA SPAZZOLA

di Cannero Riviera propone

“Il Seicento negli aforismi”

Domenica 6 giugno alle ore 17 presso il Giardino del Museo etnografico di Cannero Riviera in Via Dante (o in caso di cattivo tempo presso la Sala multiuso “P. Carmine” – zona Lido), Amedeo Ansaldi, traduttore e scrittore di aforismi, terrà una chiacchierata sul tema “Il Seicento negli aforismi”, nel contesto della rassegna “Verbano Barocco”, promossa dalla Rete Museale Alto Verbano con il sostegno dell’Unione del Lago Maggiore e della Fondazione Comunitaria VCO.

In questa occasione verrà presentata una piccola collezione di candelieri ricevuta di recente in dono dal Museo e che è andata ad aggiungersi ad altri esemplari già in esposizione, tutti accuratamente restaurati grazie alla generosa disponibilità di un capace volontario.

Il genere letterario dell’aforisma, Breve massima che enuncia una regola pratica, una norma di saggezza o una sentenza filosofica’, ha origine proprio nel XVII secolo, epoca che sancisce la nascita delle moderne forme brevi letterarie (aforismi, massime, ecc.). Il fondatore del ‘genere’, che nei secoli successivi non toccherà mai più la fortuna conosciuta allora (fortuna, certo, circoscritta agli ambienti nobiliari), fu il duca François de La Rochefoucauld, modello obbligato per generazioni di epigoni. Molte altre fondamentali opere moralistiche furono scritte nel ‘600: fra le molte, i Pensieri del filosofo e scienziato Blaise Pascal, I caratteri di Jean de La Bruyère e l’Oracolo manuale del gesuita Baltasar Gracián, il maggiore aforista spagnolo di ogni tempo. Anche l’Italia, dopo aver espresso nei secoli precedenti antesignani del prestigio di Leonardo da Vinci e Francesco Guicciardini, diede il suo contributo con alcuni importanti autori, oggi quasi dimenticati (almeno come scrittori di aforismi), segnatamente il critico e letterato Emanuele Tesauro e il pittore Salvator Rosa. E se l’aforisma non smentiva, nemmeno nella travagliata epoca secentesca, la sua vocazione universalistica, l’impronta del Barocco, con la sua sottile perenne inquietudine, l’alternanza di luci e ombre, i ritmi nervosi e spezzati, affiora tuttavia, in modi e misura diversi, in ciascuno dei suoi interpreti.

La partecipazione all’iniziativa richiede prenotazione: SMS 348 7340347 • tel. 0323 840809 • rete@unionelagomaggiore.it

Profilo biografico del relatore:

Amedeo Ansaldi è nato a Milano nel 1957. Abita sulla sponda piemontese del Lago Maggiore. Di mestiere fa il traduttore. Nel 2010 ha vinto, nella sezione inediti, il Premio Internazionale per l’Aforisma «Torino in sintesi», l’unico in Italia interamente dedicato a questo genere letterario. Nel 2014 vince il Premio «Le Figure del Pensiero» (sezione aforismi) organizzato dall’Associazione Nazionale Pratiche Filosofiche di Certaldo (FI).

Suoi aforismi compaiono nelle Antologie dei due suddetti premi e, anche in traduzione inglese, nell’antologia di aforisti italiani contemporanei The New Italian Aphorists, pubblicata negli USA nel 2013. Per l’editore Puntoacapo ha pubblicato la raccolta di aforismi “Manuale di scetticismo” e curato la raccolta “Aforismi al femminile”.

Immagini

Sezione

ARCHIVIO
Unione del Lago Maggiore

Unione del Lago Maggiore

SEDE LEGALE

presso Municipio di Cannobio

Piazza Vittorio Emanuele III°, 2

28822 Cannobio (VB)

tel.: 0323-77388

email: servizi@unionelagomaggiore.it

PEC: unionelagomaggiore@mailcertificata.net

P.IVA: 02435550039

C.F.: 93035770036  

SEDE OPERATIVA

Frazione Lunecco 28827 Valle Cannobina (VB)

Funzioni comunali associate – Segreteria – Funzioni montane
tel. 032377388
Orari per il pubblico : martedì e giovedì dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Ufficio tecnico SUE VALLE Cannobina 
tel. 032377442
Orari per il pubblico : il tecnico riceve su appuntamento

Seguici su